Resoconto China Camp 2014 - Parte 3

China Camp 2014
08/07/2014, China Camp 2014 - Parte 3

Cari Amici, nella mia più che trentennale esperienza, il coronamento di un successo è stato sempre relegato a soddisfazioni personali. Alla lunga le mie trasferte in Cina oltre ad una consuetudine sono sempre state correlate a forti amicizie consolidatesi nel tempo. Il mondo delle arti marziali, per tutti coloro che lo vivono tenendo alti i valori che si tramandano negli anni, è una dimensione che nonostante la rivoluzione culturale e l’avvento della tecnologia, non si scalfisce e resta integro così come tutti, direttamente, o indirettamente, lo conosciamo, intriso di tradizione, cultura e rituali.

Ecco quindi che nei corridoi degli ambienti marziali si è sparsa la voce di un folto gruppo di stranieri è a Pechino, Che questo gruppo, proveniente dall’Europa, composto da amanti delle discipline cinesi nei giorni scorsi ha dato vita ad una cerimonia amichevole alla quale hanno partecipato personaggi illustri dell’ambiente e che ora è di stanza a Pechino per conoscere quanto di meglio questa città ha da offrire loro, come maestri. Questo tam tam è risuonato ad una velocità impensabile, se si pensa ai 20’000’000 di persone che si muovono freneticamente in questa che è la capitale del Nord.

Ecco quindi arrivare con grande sorpresa un invito ufficiale, che arriva direttamente dai vertici più alti e che in rappresentanza di essi a porgerlo a noi è il Gran Maestro Cui Zhong San ( www.yongniantaiji.com ). Parlare di lui a Pechino significa parlare di qualcuno che non è solo arti marziali, ma colui che ha preparato, condotto e diretto la cerimonia di apertura delle Olimpiadi tenutesi a Pechino nella precedente edizione. Qualcuno forse ricorda una moltitudine di persone (40’000) che in Piazza TienHan Men ha dato un saggio di Taijiquan. Ecco Il Gran Maestro Cui Zhong San è proprio questa persona. Ha un albero genealogico da brivido ed ora è qui con noi a regalarci la sua esperienza.

Ma torniamo indietro di due giorni appunto e torniamo all’annuncio d’invito ufficiale. In cosa consiste questo invito. Il nostro gruppo è invitato a prendere parte all’appuntamento mensile con il Tui Shou, indetto dalla Federazione Internazionale e che coinvolge tutti i Maestri di Pechino ed altri che per l’occasione si convergono alla prestigiosa Università delle scienze e cultura di Pechino Est. Una sorta di città studi, che posta ad est di Pechino è immersa in un grande parco residenziale e nel quale si entra solo su permesso delle autorità, o se sei uno studente che è stato ammesso.

L’emozione è tanta per tutti, ma ancora di più per me ed il M° Wang, che mai ci saremmo aspettati un giorno di entrare nell’ateneo più prestigioso della Cina, accolti dalle istituzioni e sotto i riflettori delle TV nazionali.

Ancora un volta siamo chiamati a dare inizio al cerimoniale, accolti come personaggi di rilievo e con la curiosità di chi per tanto tempo ha visto solo volti consueti e mai più si aspettava di vedere così tante persone, straniere soprattutto, entrare a fare parte di questo che sembrava un ambiente chiuso e protetto da occhi indiscreti.

Ancora una volta ci viene chiesto di presentarci come è d’uso, dando adito ad esibizioni, nelle quali tutti vengono coinvolti, dai più piccoli (i miei studenti del Gongfu Wushu) ai più adulti. La rivista internazionale della quale già vi ho parlato nel precedente reportage Global Kungfu, fotografa il tutto e mette tutto on line ed il numero di visite è impressionante 1’667’000 visite nell’uscita immediata.

Non stiamo nella pelle dall’entusiasmo, ma procediamo a testa china ringraziando tutti per il calore dell’accoglienza e l’entusiasmo che determina la vista, per la prima volta in assoluto dell’esibizione del Taijquan dell’acqua, che ho dimostrato al meglio, su suggerimento del M° Wang.

Siamo giunti al 7° giorno e domano finalmente ci sarà il primo giorno di pausa. dopo avere vissuto gli ultimi due giorni sotto la guida di questo Grande Maestro, appunto, Cui Zhong San, che ha scioccato un po tutti per la rigorosità con la quale insegna e dedica valore anche anche ai rituali più antichi, come ad esempio il saluto al Maestro, che lui, da generazione ha vissuto nell’ambiente domestico ed ora trasmette dalla sua alta posizione di credito nazionale.

Domani come dicevo in precedenza sarà il nostro primo giorno di visita ed il programma prevede la fatidica muraglia, che tanto ispira l’immaginario di ogni turista a Pechino. Un ″sospiro″, si fa per dire nell’aria di Pechino, di sollievo per noi, che da dopodomani riprendiamo a ritmo serrato questa fantastica esperienza. ( Link articolo su ″Global KungFu″ )

Da Pechino,
M° Isidoro Li Pira


Articolo sull’Evento in CINESE

China Camp 2014 - Parte 1 - China Camp 2014 - Parte 2

3 Comments

 

-->